mercoledì 27 agosto 2014

Una vacanza last minute per chiudere l'estate in bellezza!

Bonjour!
Che bella sensazione scrivere questo post dalla spiaggia di Juan-Les-Pins in Costa Azzurra, dove mi trovo per qualche giorno di vacanza.
In questa estate bizzarra sembra che ci sia ancora posto per concedersi un viaggio ed allora perché non preparare l'ultima valigia dell'estate e lasciarsi poi ispirare da qualche proposta last second ?
A questo link potete inserire la metà che vi ispira di più per vedere tutte le occasioni per partire subito alla volta di una nuova esperienza.


Se una vacanza come la mia è uno dei vostri sogni non vi resta che cercare qualche hotel tra Nizza e Cannes, abbinandolo al volo dalla vostra città se abitate troppo lontani per venirci in auto.


Una volta arrivati qua in Costa Azzurra, non fermatevi mai, soprattutto se non ci siete mai stati! Ogni città ed ogni località balneare offrono attrazioni diverse. A Nizza ci si può dedicare all'arte visitando i musei o allo shopping ma senza farsi mancare una bella camminata sulla Promenade des Anglais. Ad Antibes non perdetevi di visitare la città vecchia ed il suggestivo mercato provenzale. Tra Antibes e Juan Les Pins una tappa obbligata è al Cap d'Antibes, un luogo meraviglioso che amo particolarmente e meta esclusiva di attori e personaggi famosi. Qua tra piccole cale pittoresche, viste mozzafiato sul mare e la macchia mediterranea si celano ville hollywoodiane e hotels da sogno come l'Eden Roc. Juan les Pins vanta le spiagge più belle della Costa Azzurra fatte di sabbia e mare azzurrissimo. Infine spingetevi fino a Cannes per una serata all'insegna del cinema, scattando un selfie davanti al Palais del Festival e rifacendovi gli occhi davanti alle vetrine della Croisette. Cannes saprà stupirvi se sceglierete di cenare in un bistrot tra le viuzze del quartiere Le Souquet.


Una vacanza last minute in Costa Azzurra è l'ideale per chiudere in bellezza questa estate 2014? Cosa state aspettando?




Il blog oggi chiude per l'ultima pausa estiva, vi aspetto a Settembre con una grande novità! Continuate a seguirmi su Facebook, Twitter e Instagram!

A presto!

Arianna

lunedì 25 agosto 2014

Il patrimonio culturale di Budapest: il Museo delle Belle Arti


Budapest è uno di quei luoghi che andrebbero visitati almeno una volta nella vita.
Una città così forte, vigorosa e al contempo elegante, che si fa portavoce di una storia millenaria, è la meta ideale per chi desidera trascorrere una vacanza culturalmente stimolante. Infatti, ponendosi come sintesi perfetta dell’universo culturale dell’Est e dell’Ovest Europa, la capitale ungherese sarà in grado di stupirvi con la ricchezza dei tesori architettonici e artistici che custodisce.


Su questo fronte, va evidenziata l’importanza di un luogo che, sebbene non sia tra i musei più famosi, costituisce uno dei poli culturali più importanti del mondo. Stiamo parlando del Szépművészeti Múzeum, il meraviglioso Museo delle Belle Arti di Budapest, che è considerato uno dei musei d’arte più ricchi su scala internazionale. La storia del museo risale alla prima metà del XIX secolo, quando Lajos Kossuth, il celebre eroe nazionale, si impegnò nella creazione di una collezione d’arte il più vasta possibile, per dare lustro alla propria città mettendola alla pari di altre capitali europee. Così, nel 1906, le grandi collezioni di Kossuth e le numerose donazioni provenienti da diverse parti del mondo si trasferirono in quella che è la sede attuale dello Szépművészeti (Dózsa György út, 41), continuando poi a crescere e ad acquisire prestigio. 


Oggi la collezione di opere del museo è arrivata a coprire l’arco temporale che va dal Medioevo sino al Novecento, riuscendo a toccare tutti i principali movimenti artistici che si sono sviluppati nell’area europea in quel periodo. Date le notevoli dimensioni della collezione, il museo ha articolato il proprio patrimonio in sei sezioni tematiche principali: Arte Egizia, con più di 4000 opere; Arte degli Antichi Classici, con più di 5000 reperti; Galleria degli Antichi Maestri, con più di 3000 dipinti; Scultura, con circa 650 testimonianze; Arte dell’Ottocento e del Novecento, con più di 1000 capolavori; Disegni e stampe, che vanta un’impressionante collezione di oltre 10 mila disegni e 100 mila stampe.
Inoltre, alla collezione permanente si affiancano le mostre, che vengono periodicamente ospitate dal museo. Ad esempio, se state sfogliando il catalogo Expedia nella pagina di Budapest a caccia di una sistemazione a Budapest per questo periodo, troverete ad attendervi The world of Toulouse Lautrec, un affascinante tributo a uno dei più grandi illustratori di sempre. La mostra proseguirà sino al 24 agosto 2014 e, restando connessi a questo indirizzo, potete scoprire quali saranno i prossimi appuntamenti con lo Szépművészeti Múzeum.

sabato 23 agosto 2014

Inseguire l'estate assaporandone il gusto al Therasia Resort di Vulcano

Il 2014 resterà nei nostri ricordi come "l'anno senza estate": arrivata in ritardo e non troppo decisa, bisogna godersela il più a lungo possibile facendola allungare almeno fino alla fine di Settembre.
La cosa migliore per vivere l'estate fino all'ultimo minuto è trasferirsi a Sud, dove le temperature ed i giorni di sole sono stati più generosi.

A Vulcano, perla delle Isole Eolie, si può organizzare un soggiorno a 5 stelle presso il Therasia Resort situato direttamente sul mare con una vista mozzafiato sulle isole dell'arcipelago: Lipari, Salina, Stromboli, Alicudi, Filicudi e Panarea, tutte raggiungibili velocemente in aliscafo.


Oltre ad essere una sistemazione di charme senza eguali sull'isola, la punta di diamante è la cucina con cui si può deliziare il palato, a cura dell'executive chef Crescenzo Scotti.

La cucina del Therasia Resort Sea & Spa è la sintesi perfetta tra territorio, cultura, creatività e usanze locali. Nella struttura i ristoranti presenti sono ben 3:
L’ARCIPELAGO - Elegante e raffinato ristorante reso particolare da una grande terrazza con vista sui faraglioni di Lipari che offre la sensazione di trovarsi sospesi sul mare e circonda gli ospiti di una romantica atmosfera. Qui lo chef propone un percorso enogastronomico condotto attraverso i colori, i profumi ed i sapori della migliore cucina siciliana interpretata in modo leggero e innovativo. 

IL CAPPERO - ristorante gourmet caratterizzato da un tipico tetto in “cannizzi” che ripara dal caldo sole siciliano. In questo angolo di paradiso proteso vero il mare delle Eolie, lo Chef Crescenzo Scotti rivela le sue grandi doti culinarie, reinterpretando la grande tradizione siciliana con passione e abilità.  

IL GRUSONI – nuovo bar panoramico,  accogliente ed informale, adiacente alla piscina a sfioro, con una meravigliosa vista. Al lunch è un oasi di ristoro per uno snack veloce con bevande dissetanti, frullati di frutta fresca e deliziosi spuntini, per coloro che amano pasti veloci e desiderano continuare a rilassarsi al mare o in piscina. Per chi ama dedicare più tempo al pranzo, lo chef propone specialità alla griglia di pesce fresco, primi piatti tipici come linguine ai ricci e crostacei oppure pizza con farine siciliane con una particolare ricetta che prevede 24 ore di lievitazione e cottura in forno a legna.

Una vacanza a 360° destinata a risvegliare tutti i 5 sensi con un occhio di riguardo all'esperienza food.
In esclusiva per E guardo Il Mondo dal Mio Blog, lo chef Crescenzo Scotti ci ha svelato la ricetta di uno dei suoi piatti di crescente creazione che ho possibile degustare presso il Therasia Resort.

Guancia di vitello
brasata al Marsala Vergine agricola Rallo ,con caponata di melanzana alla siciliana

ingredienti per 4 persone:
4 guance di vitello da gr 500 
Alloro
Sale, pepe
Marsala Vergine agricola Rallo 
Senape di dijone

Procedimento:
pulire le guance dalle cartilagini esterne, massaggiarle con sale, pepe, senape 2 cucchiai di Marsala, condizionarle sottovuoto con una foglia di alloro singolarmente. Con l’aiuto di un soft cooker far cuocere in bassa temperatura per 24 ore a 62°.


La caponata di melanzana alla siciliana 

Ingredienti per 4 persone:

n. 2 melanzane lunghe 
gr 10 di olive bianche 
gr 40 capperi dissalati di Vlcano
gr 50 sedano,
1 cipolla
gr 50 concentrato di pomodoro 
gr 20 di zucchero 
1/4 di bicchiere di aceto di vino bianco
 gr 1 di cacao in polvere
1 bicchiere di olio di oliva
600 gr olio per friggere 
sale e pepe qb

procedimento:
 tagliare le melanzane  a tocchetti spolverare con il sale e fare spugnare. Asciugare bene e friggerle in olio caldo. 
Tagliare la cipolla a fettine sottili e fare rosolare in un tegame; tagliare il sedani a tocchetti e fare cuocere in acqua calda per 5/6 minuti; snocciolare le olive  e mettere in casseruola con acqua bollente insieme ai capperi; far bianchire 2 minuti e scolare.
Versare il tutto nella cipolla stufata e aggiungere il concentrato di pomodoro, lo zucchero, l’aceto e il cacao e mescolare;  dopo 15 minuti aromatizzare bene di sale e versare il tutto nelle melanzane fritte.

Appena terminata la cottura, togliere le guance dal sottovuoto, asciugarle bene, farle rosolare in una padella antiaderente sfumando con 1 bicchiere di marsala, far ridurre il marsala di 2/3.

Tagliare ogni guancia in 2 pezzi, adagiare in un sasso caldo la caponata, le guance sopra la capaonata e ultimare con un cucchiaio di riduzione del marsala.