Oggi si celebra l’Hygge per la giornata della felicità

Non è semplice svegliarsi tutte le mattine ed essere felici ma, quando capita, la giornata si rasserena e scorre via più velocemente. E’ una fortuna ma sono certa che la felicità va perseguita, bisogna mettersi per quanto più possibile, nella condizione di essere felici. In questi giorni sto leggendo il libro “Il metodo danese per crescere bambini felici” ed ho scoperto che da oltre 40 anni la Danimarca è ufficialmente il paese più felice del mondo secondo la classifica World Happiness Report stilata dall’ONU. In effetti la notizia mi era già venuta all’orecchio con l’uscita del libro “HYGGE- il metodo danese dei piaceri quotidiani” di Louisa Thomsen Brits, che ritiro proprio oggi in biblioteca. Ero in coda dietro a 18 persone per poterlo leggere ed altrettante aspettano il loro turno dopo che io l’avrò terminato…così mi sono detta: ” allora questa ricerca della felicità interessa a parecchi”!

Eh sì, conoscete qualcuno che non vorrebbe essere sempre felice?

11150_Mor og datter med blomster på campingplads_Niclas Jessen

Il segreto della felicità sembra essere racchiuso una piccola, per noi impronunciabile, parola molto celebrata nella terra di Andersen, tanto da diventare una vera e propria arte: HYGGE. Recentemente introdotta come nuova parola dal dizionario Oxford, HYGGE, è difficile da tradurre letteralmente, e racchiude in sé un mondo di sfumature: condividere i piaceri semplici della vita, creare un’atmosfera intima e accogliente, godersi una tazza di cioccolata sotto una calda coperta o davanti a un caminetto, stare in compagnia di amici o in famiglia chiacchierando delle piccole cose, senza tensioni e senza stress.

Condivido pienamente e penso che, negli ultimi anni la tecnologia ci abbia allontanati troppo dall’arte dell’HYGGE.

Hygge

Uno dei segreti dello hygge è l’approccio creativo e improntato al gioco con cui i bambini danesi vengono educati – a scuola come nella vita quotidiana, soprattutto in casa con i propri cari. Le famiglie in Danimarca, infatti, godono di un invidiabile equilibrio tra vita privata e vita professionale, che offre tempo di qualità per tutti. Anche i valori comunitari significano molto per i danesi e sono fonte di serenità e soddisfazione: l’alto livello di fiducia reciproca nel paese lo rende aperto, accogliente e facile da vivere. I danesi godono inoltre di un elevato livello di libertà personale che consente loro di scegliere liberamente i propri obiettivi nella vita e perseguire la propria felicità.

Hygge felicità

In Danimarca, invece, pare che questo HYGGE vada alla grande! Vale la pena prendere spunto? Secondo me vale la pena anche un bel viaggio, perché, se la cosa si può testare dal vivo è sempre meglio. Perciò, iniziamo a far frullare in testa un bel viaggio …magari a Copenaghen! In città esistono luoghi dove assaporare la felicità, ecco un interessante itinerario:

Nyhavn uno dei luoghi più iconici e colorati di Copenaghen, dove poter gustare aringhe e schnapps nei ristoranti o godersi una birra sul bordo del canale, come fanno i danesi, osservando la vita rilassata della città

N C

I Giardini di Tivoli, uno dei parchi divertimento più antichi al mondo, costruito nel 1843, proprio nel cuore di Copenaghen. Divertente e piacevole d’estate con le sue giostre e i concerti all’aperto, magico nel periodo natalizio, quando si accende di mille luci, tra mercatini, atmosfera natalizia e profumo di gløgg (vino caldo speziato) Di questo ve ne avevo già parlato nel post “Copenaghen a Dicembre, tra tradizioni, fiaba e divertimento”

Giro dei canali, soprattutto quello di Christianshavn. Il modo migliore per scoprirlo? Noleggiare una barca a remi e portare a bordo coperte, vino e un cestino da pic-nic

La Glace, pasticceria storica nel centro di Copenaghen, dal 1870. È un’istituzione per quanto riguarda torte, cioccolata e naturalmente hygge

La Glace Copenaghen

Gråbræde Torv, una deliziosa piazzetta dalle case antiche e colorate. Qui troverai ristorantini con caminetti e dall’atmosfera accogliente

Pedalata al parco Kongens Have (Giardino del Re) e pic-nic nel verde in compagnia degli amici o della famiglia – il tutto con vista sul castello di Rosenborg

Copenaghen

Pranzo tipico a base di Smørrebrød, un fetta di pane – solitamente nero – guarnito con ingredienti di ogni genere, dal salmone all’aringa, dal carne cruda all’uovo. E’ l’autentico pranzo danese, una vera e propria esperienza culinaria da non perdere

Dine with the Danes: non c’è niente di più hyggeligt di una cena tradizionale a casa di danesi, a contatto con la cultura locale, sperimentando autentici momenti di hygge

Per organizzare nel dettaglio un viaggio visitate il sito www.visitdenmark.com

Oggi 20 Marzo si celebra la Giornata Mondiale della Felicità, vi farà piacere scaricare e stampare “IL GIURAMENTO HYGGE” per la vostra famiglia stilato da Jessica Alexander, autrice de “Il metodo danese per crescere bambini felici”. Noi lo appenderemo in cucina proprio stasera :)

 

Buona giornata della felicità a tutti!

Arianna