Il cuore pulsante di Parigi: il Musée Carnavalet #MariaAntoniettaTour

Ci eravamo lasciati COSI’, i partecipanti del #MariaAntoniettaTour si erano ritrovati
al primo appuntamento proprio al centro della pittoresca Place Des Vosges.
Dopo una breve ed emozionata introduzione da parte mia e di Alice
e la distribuzione del programma con annesso romanticissimo gadget 
(un delizioso ciondolo realizzato a mano da Claudio, uno dei partecipanti con il volto dipinto della Reine)
era ora di raggiungere uno dei musei più affascinanti di Parigi: il Carnavalet.


Ero già stata in questo museo durante il mio viaggio parigino del febbraio 2011
se volete saperne di più potete rispolverare QUESTO POST in cui tra l’altro, vi dispensavo curiosi indirizzi di pasticcerie e negozi da non perdere in zona.

Questa volta mi sono letteralmente “persa” nel fotografare l’incantevole giardino fiorito che con i suoi colori creava veri e propri quadri meravigliosi da immortalare,
guardate qua!






Il palazzo che ospita il Musée Carnavalet è davvero stupendo e dalle sue mura traspira davvero tutta l’incredibile storia di questa città.
Agli appassionati di Maria Antonietta, poi, regala la possibilità di visionare oggetti personali della Regina. Le più famose e fotografate sono le scarpe ma non mancano anche il ventaglio, qualche pezzo di stoffa dei suoi abiti ed altre curiosità.




Con sincerità posso dirvi che questo è il mio museo preferito di Parigi.
Oltre al fatto chè è il museo dedicato alla storia della Ville Lumiére
non è eccessivamente grande ed è in grado di offrire un’atmosfera quasi intima come se fosse una vera e propria casa…..ed una dimora lo è stata davvero: qui ha vissuto Madame de Sévigné (se volete approfondire la vita di questo personaggio cliccate QUA )


Una volta terminata la visita del Musée Carnavalet, come i partecipanti del #MariaAntoniettaTour, potete “perdere tempo” nell’interessante book-shop, infilarvi nell’adiacente Rue de Rivoli per una passeggiata o per lo shopping o tornare a godervi un pò di relax nei giardini di Place Des Vosges.


Io sono rientrata nel mio micro-appartamento in Rue de Rivoli , ma prima mi sono procacciata una cena a base di baguette, fromage de chevre, insalata e frutta fresca
al Monoprix di 34, Rue de Rivoli , uno dei supermercati più bizzarri di Paris!


Inserito in un palazzo d’epoca, il supermercato si sviluppa su più piani….armatevi di cestino all’ingresso e preparatevi a fare parecchie scale per trovare tutto quanto state cercando! Davvero divertente!
Considerando che questo Monop’ si trovava a 20 metri dal mio appartamento,
fatevi voi due conti su quante scale io abbia fatto in 6 giorni 😉


La mattina successiva con mio grande dispiacere ho dovuto saltare la visita al Musée Nissim de Camondo a causa di un malessere ma trovate il resoconto 
della visita nel blog di Alice
E’ stato davvero un dispiacere se aggiungete il fatto che avevamo previsto anche un mio piccolo brief su uno dei parchi più belli di Parigi: il Parc Monceau!
Visto che quella mattina a Parigi pioveva, non avremmo comunque potuto godere della bellezza del parco…
ma visto che io mi ero preparata tutto il mio bel discorso a riguardo non mancherò,
nel prossimo post di raccontarvi di questa “bellezza verde” che purtroppo non ho
potuto visitare.

Vi aspetto quindi, vi auguro un piacevole week-end
e mi raccomando seguitemi sempre su Facebook e Twitter !