mercoledì 14 settembre 2011

Partenze e ritorni

Domani mattina ad un'ora improponibile partiremo
per le nostre vacanze franco-inglesi.
Sono qua per salutarvi e darvi appuntamento al mio ritorno.

Il mio autunno sarà ricco di piacevoli impegni
che sto ancora definendo con esattezza.
Voi come impegnerete il vostro tempo libero durante
i mesi più buii dell'anno in attesa che ritorni 
la bella stagione?
Lo scorso anno ho frequentato un corso serale di
inglese organizzato dal mio Comune e devo dire che,
nonostante alle volte era davvero faticoso cenare di corsa ed uscire
al freddo e al gelo, sono stata molto soddisfatta
di averlo portato a termine e di aver conosciuto gente nuova.

Così tanto soddisfatta che, quest'anno, non mi limiterò 
ad un solo corso!! Seguirò infatti
un corso di Francese il Sabato mattina e sono
in attesa di sapere se verrà raggiunto il numero per
il corso di Giapponese il Mercoledì sera. In mancanza di questo
opterò per il livello successivo di Inglese.
Altro giro, altro corso :-D
4 sabati pomeriggio pensavo di darmi al disegno botanico
rispolverando le mie nozioni apprese al Liceo Artistico,
l'insegnante proviene direttamente dal Derbyshire in Inghilterra!

Ovviamente questo è anche l'anno per rimettersi un pò in forma,
(soprattutto la schiena ahi, ahi) e così
una volta a settimana mi dedicherò al Pilates e allo Yoga.

In tutto questo mi piacerebbe partecipare con un altra
bravissima blogger NENA a delle serate di cucina
a Milano.

Il vero momento dei buoni propositi è Settembre, che ne dite?
Altro che il 1° Gennaio!!! Dovrebbero istituire il Capodanno a Settembre!
Foto via Rocio-Olmo.com

Come promesso vi consiglio anche una lettura per questo inizio
d'autunno, lo stesso libro che finirà oggi stesso nella mia valigia:
E' la biografia romanzata della 1° moglie di Ernest Hemingway,
ambientato negli Anni '20 tra Chicago,Spagna, Svizzera e Parigi
con un sottofondo di jazz e prima guerra mondiale,
questo libro ti fa battere il cuore mentre aspetti con Hadley, la protagonista,
le appassionate lettere di Ernest...e ti ruba l'anima
 con la frase: "Penso sempre a Roma, ma che
ne diresti di venirci con me...come mia moglie?"

Sono appena all'inizio, ma promette davvero bene,
se qualcuno l'ha già letto o lo leggerà, aspetto i vostri commenti.

Ora mi aspettano i bagagli da preparare,
un caro saluto!